Insegnare al cane il comando PIEDE



Eccoci di nuovo qui con una nuova lezione, oggi la parola d'ordine sarà…come insegnare al cane il comando PIEDE!
Con questo comando chiederemo al cane di camminare al nostro fianco, seguirci ed assecondare i nostri cambi di direzione rimanendo sempre vicini a noi.
Soprattutto per chi possiede cani di taglia medio-grande anche il comando PIEDE è di fondamentale importanza per la gestione del proprio animale, infatti evita tutte quelle scene in cui vediamo un cane impazzito che tira il guinzaglio (tipo cane da slitta), seguito dal padrone letteralmente aggrappato alla corda che più che portare a spasso il cane sembra che stia facendo una lezione di sci nautico.
Anche a livello psicologico è molto importante, in quanto permette ai padroni di vivere più serenamente il momento della "passeggiata" che altrimenti diventerebbe un momento di stress e non farebbe bene nè al cane nè tantomeno al suo proprietario.
Vediamo quindi come affrontare questo tipo di addestramento, che vi anticipo richiederà sicuramente più impegno e dedizione di quelli fatti finora. Infatti al contrario degli altri comandi che probabilmente avete provato a casa e quindi lontani da altre distrazione per il vostro cucciolo, il PIEDE va eseguito all'aperto e già questo di per sè rende il tutto un pò più complesso.
Prima di iniziare come sempre munitevi di biscotti e ora proviamo a vedere in cosa consiste questa lezione.
Si inizia con il cane in posizione di SEDUTO sul vostro fianco sinistro, un biscotto nella mano destra e con il guinzaglio abbastanza corto ma tenuto morbido, in modo che formi una "U" sulla spalla del cane (1).
Mi raccomando come sempre a voi, se siete agitati, nervosi o arrabbiati per qualsiasi altro motivo è meglio non eseguire questi esercizi e rimandarli ad un secondo momento, il vostro stato d'animo è il suo stato d'animo, quindi iniziare un nuovo esercizio in un momento in cui già di base c'è tensione è controproducente, probabilmente non concludereste l'esercizio e ne uscireste delusi voi e confuso lui.
Quindi, con il cane in posizione pronunciamo il comando PIEDE e contemporaneamente iniziamo a camminare partendo con il nostro piede sinistro avanti (2).


Nell'ipotesi in cui il vostro cane sia già bravissimo dovrebbe iniziare a seguirvi rimanendo al vostro fianco, in questo caso l'unica cosa che dovrete fare sarà confermare ogni tanto il comando PIEDE durante il tragitto. Come sempre per iniziare è meglio non esagerare, per cui dopo qualche metro fermatevi; sarebbe opportuno associare un comando anche al momento in cui vi fermate, io ad esempio uso ALT.
Dopo essere stati fermi per qualche secondo ripartite e durante il tragitto effettuate qualche cambio di direzione, anche qui associando un comando (destra, sinistra, gira).
Se tutto va come descritto….siete fortunatissimi!!!
Adesso vediamo invece cos'altro potrebbe succedere e soprattutto come affrontarlo.
Oltre alla "perfezione" descritta sopra, purtroppo nell'affrontare questo esercizio il cane potrebbe assumere quattro tipi di posizioni sbagliate e che di conseguenza andranno corrette per eseguire al meglio il comando PIEDE:


- il nostro cane va molto di fretta e tende a stare sempre davanti a noi tirandoci nella "SUA" passeggiata (3);
- è un pò pigro o solo un pò stanco e proprio non ha voglia di camminare (4);
- ama molto tutto quello che gli sta intorno (5);
- ama molto il nostro biscotto (6).


In qualunque dei casi gli unici strumenti a nostra disposizione per correggere il comportamento sbagliato sono la nostra voce ed il corretto utilizzo del guinzaglio.
Come detto all'inizio il guinzaglio deve essere tenuto corto ma abbastanza morbido, infatti più tenderete a tenere il guinzaglio tirato e più il vostro cane invece di mollare tenderà a tirare nel senso opposto, così innescherete un "tira tira" inutile e faticoso per entrambi.
Per cui, non appena vi rendete conto che state per perdere il contatto con il vostro cane date un piccolo strattone al guinzaglio (senza esagerare!), solo per far capire al cane che di là non si può andare, associate magari un bel NO e riportare il cane a voi allentando nuovamente il guinzaglio (7).
Se vi accorgete che tende ad allontanarsi troppo spesso non proseguite per Km con questo tira e molla, al contrario fermatevi, rimettete il cane in posizione di partenza (seduto al vostro fianco) e dopo qualche secondo ripartire. Un'altra cosa che potete fare se vi accorgete che fermarvi non basta è cambiare bruscamente direzione, in questo modo toglierete al cane i suoi punti di riferimento e soprattutto gli farete capire che si va dalla parte che decidete voi e non dove vuole lui.
Ne abbiamo parlato poco, ma in tutto questo la vostra mano destra ha un compito fondamentale, infatti è quella che tiene il biscotto e soprattutto è quella che nel momento del bisogno correrà in soccorso di quella sinistra, ormai dilaniata dalle vesciche procurate dal guinzaglio!!
Quello che dovrete fare con la mano destra sarà di usarla da "guida" per il vostro cane, è come la bacchetta per il direttore d'orchestra!
Ovviamente lui sarà molto interessato al premio che voi tenete stretto in mano e di conseguenza tenderà a seguirlo, per cui quando vi rendete conto che state perdendo il contatto, portate la mano verso il suo naso per fargli capire che lì c'è il suo premio e fate il modo che lui la segua per riportarlo verso di voi, a questo punto avvicinate la mano col biscotto al vostro petto continuando a camminare (8), in questo modo lui sarà portato ad assumere la giusta posizione per tenere sotto controllo il suo biscotto, ma in realtà sarete voi che state tenendo sotto controllo lui!


Come sempre non esagerate, all'inizio anche 5 metri eseguiti correttamente sono una conquista non una sconfitta, per cui accontentatevi e portate a casa il premio, un'intera passeggiata al vostro fianco arriverà, ma ci volgiono tempo e pazienza.

22 commenti:

luby ha detto...

ti seguirò con vero interesse.
bel blog e molto ben fatto.

Attila ha detto...

Grazie mille!
Anche io sono venuto a trovarti ed essendo un "cuoco convinto", o forse solo..."convinto di essere cuoco", ti ruberò di sicuro qualche ricetta!

germana ha detto...

Ma questi comandi deve insegnarli sempre la stessa persona? Ed una volta appresi li eseguono anche se sono diverse persone ad impartirli??? Mi raccomando la rubrica sulla pipì!! Emergenza!!! Ciao

Attila ha detto...

Ciao Germana,
in effetti sarebbe meglio se la persona fosse sempre la stessa, in quanto loro devono identificare in qualcuno il loro capobranco. Per quanto riguarda i comandi, una volta acquisiti li eseguiranno anche se sarà qualcun'altro ad impartirli, tranne alcuni esercizi dove è richiesto un livello di fiducia per il quale il cane si affida solo alla persona con la quale a questo tipo di rapporto.
Per quanto riguarda la rubrica sulla pipì finisco di prepararla e la pubblico subito, spero tra venerdì e sabato....RESISTI!!

Luigi ha detto...

Ciao Emilio, avrei una domanda. Il mio Pita è abbastanza bravo al piede, abbastanza... hihihi
Io faccio tutto quello che hai descritto, purtroppo però faccio ancora tantissima fatica a gestire il cane quando si incontrano altri cani!! Se siamo ad una distanza ragionevole lo faccio mettere seduto e lui si limita a scodinzolare, se invece il padrone dell'altro cane si avvicina troppo E' LA FINE!!! Suggerimenti???
ps. complimenti per il blog!! ^_^

Attila ha detto...

Ciao Luigi,
quando dici "è la fine" cosa intendi, è la fine in positivo o in negativo?
In ogni caso le cose da fare sono due.
La prima è fondamentale, devi stare tranquillo! E' proprio così, il cane sente benissimo quando tu sei agitato o nervoso, per cui se quando vedi un cane in lontananza tu per primo ti agiti al pensiero di cosa potrebbe succedere, di conseguenza si agiterà anche lui!
La seconda invece è più pratica, quando vedi arrivare un cane devi distrarlo attirando la sua attenzione su di te anzichè sull'altro cane. Per farlo è valido tutto, biscotti, palline, giocattoli, balletti improvvisati.
Ti dirò di più, la prossima volta che incontrerai un altro cane, invece di fermarti o scappare, dovrai essere tu ad andargli incontro e contemporaneamente provare a distrarlo. In questo modo lui assocerà che di fronte ad un altro cane, nè ci si ferma e tantomeno si scappa, ma semplicemente ci si comporta come tutte le altre volte. Con la differenza che all'inizio gli renderai l'incontro meno diretto cercando di fare in modo che il tuo cane non concentri tutta la sua attenzione sul cane che arriva, ma ne dedichi parte anche a te, che nel frattempo lo distrarrai con un biscotto o qualsiasi altra cosa.
Spero di esserti stato d'aiuto, se hai qualsiasi altro dubbio non esitare a chiedere!

Luigi ha detto...

Ciao Emilio, sì quando dico che è la fine vuol dire che non riesco a fare nulla per distrarlo, ho provato a cambiare direzione ma lui si spanza a mo di tappeto per terra scodinzolando e non riesco a spostarlo neanche con i biscotti!!! Però magari potrei provare con una pallina, di quelle che suonano o con un qualcosa di particolarmente gustoso (wurstel o prosciutto...)
Il problema è che andare in giro con tutte queste cibarie non è il massimo!! hihihihih
Riguardo lo stato d'animo hai ragione, infatti quando vedo altri cani mi agito eccome visto che i suoi scatti mi stanno distruggendo la schiena!!!
Grazie dei consigli!! Ti aggiornerò!

fattodagio ha detto...

Piede è un comando ancora difficilissimo da eseguire per quella curiosona di Lilla (il cane di mia figlia)
Vi seguiamo con molto interesse!
Grazie
Gio, Licia e Lilla

santo ha detto...

io ho un problema un pò particolare... il mio cane(labrador)cammina al piede xò se vede altri cani tende ad attaccare come se facesse un piacere a me... xò effettivamente nn vuole attaccare xkè se sta senza guinzaglio e vede un altro cane nn lo... se invece il guinzaglio lo prende l'addestratore sembra il cane perfetto... in cosa sbaglio io?

adel ha detto...

Ciao..volevo chiederti come faccio abituare il cane a non fare disastro dentro casa quando sta da solo?sta rompendo tutto!GRAZIE

Emilio Bausani ha detto...

Tutto perfetto nell'insegnamento , ma se si hanno DUE cani cuccioli femmine come bisogna comportarsi?
Sono veramente disperato perche' la risposta potrebbe essere di portarne uno alla volta. Ma il tempo?
Grazie anticipatamente .Emilio

TeoBod ha detto...

Ciao!
Sto seguendo attentamente il tuo blog e, nonostante io sia molto ignorante in materia, mi sembra molto ben fatto!
Tra due settimane arriva il mio primo cucciolo di labrador. Quale collare e guinzaglio mi consigli di utilizzare per portarlo fuori? Ho cercato un po' sul web ma vedo mille opinioni che si escludono sempre a vicenda! E poi volevo anche chiederti verso che mese posso iniziare ad addestrarlo. Grazie anticipatamente!
Matteo
Ps. I tuoi cani Attila e Dante sono fantastici!!

Attila ha detto...

Ciao @TeoBod in effetti per quanto riguarda il collare ci sono diverse scuole di pensiero.
Diciamo che vanno bene sia il collare che la pettorina, purchè usati in modo corretto.
Nel caso dei Labrador, che sono cani molto delicati dal punto di vista osseo e dei legamenti, la pettorina sbagliata potrebbe ad esempio forzare sulle spalle del cane e procurargli dei problemi, allo stesso modo il collare sbagliato o utilizzato in modo violento potrebbe provocare problemi o traumi al collo. Il mio consiglio, se puoi, è quello di provarli entrambi e vedere tu stesso la reazione del tuo cane cercando di capire con quale lui si trova più a suo agio e poi semplicemente utilizzare quello.

TeoBod ha detto...

Grazie mille! È arrivato ieri! Adesso proverò a usare diversi collari e vediamo che ne pensa...il primo voleva toglierselo dopo un secondo!! È davvero un ciclone questo cucciolo!!!

Deborah ha detto...

Ciao sono Deborah e sono nuova . Grazie per il tuo Blog è davvero utile. Il mio cucciolo si chiama Achille ha appena due mesi ed è nero. È con me da due settimane ha imparato il Seduto e da appena un giorno ho iniziato il Resta e il Vieni Ma mi alterna un eesercizio giusto con uno sbagliato. È abbastanza ubbidiente (anche se quando siamo in giardino ed è distratto faccio fatica) . Volevo chiederti quanto esercizi al giorno sono necessari per avere risultati ? Grazie mille .

Anna Liguori ha detto...

Ciao, sono Anna, ho una cucciolina di Labrador che ha 75 giorni che ha già imparato il comando "seduta", "terra", "vieni", "ferma".. per il momento vive in casa, ma la veterinaria mi diceva che quando siamo anche noi, può uscire in giardino, quindi vorremmo iniziare ad insegnarle il comando "piede", così che quando sarà pronta ad uscire(dopo la chiusura del ciclo vaccini), starà a sentire ai nostri comandi. Seguirò il tuo consiglio, spero di riuscire. Io volevo farti una domanda, premetto che sta molte ore sola, in quanto lavorando entrambi la mattinata sta da sola, per ora di pranzo fino al primo pomeriggio sta con mia sorella e dopo resta sola fino a quanto non rientriamo (circa per le 18.00). E' abituata a stare nel recinto, infatti sembra che abbia capito che li deve stare buona quando è dentro. A volte, però, la sera quando giochiamo mi sono accorta che se si stanca o non vuole fare quello che le dico, inizia a correre per la casa come una scheggia, un minuto circa e poi si calma. Ha questi scatti che vorrei capire da cosa dipendono. Se si tratta di semplice iperattività di cucciola oppure è un suo rifiuto a fare qualcosa. A te è capitato mai? Posso fare qualcosa per calmarla? Grazie per la disponibilità.

La Fede ha detto...

Ciao grazie per il blog! Le informazioni sono dettagliate e spero di riuscire ad applicarle con il mio primo pelosone! Al momento siamo ancora al livello "sci nautico" ma sono fiduciosa che le cose cambieranno. Tanta pazienza :)

Pata tino ha detto...

Ciao ti seguo da poco ma ho capito subito quanto tu possa essere bravo per l'educazione del proprio cane..io ho un labrador di 4 mesi e sto seguendo tutti i tuoi consigli con ottimi risultati, per quanto riguarda il comando piede volevo chiederti per quanto tempo al giorno posso insegnare questo comando? una mezz'oretta al giorno?Graziee

Gianluca Tinti ha detto...

Consiglio a tutti la migliore guida per addestrare il proprio cane, la trovate utilizzando il link qui sotto:
http://bit.ly/1Osy02I

Giulio Tatto ha detto...

Ciao,,
con il mio cane rieco a fargli fare qualche metro al piede, ma solo dopo che abbiamo fatto un lungo tragitto nel quale lui si è scaricato andando avanti ed indietro con foga (uso un guinzaglio abbastanza lungo che mi è sato consigliato per questa fase di "passeggio libero" su strade di campagna
Ma ho soprattutto un altro problema. Quando partiamo, dopo che gli ho messo il collare e lu capisce che stiamo per nadare in giro faccio olta fatica ad attaccargli il gujnzaglio peché mi salta adddosso salla felicità
tieni conto che pur rimanendo molto tempo in casa ha uno spazio in giardino di circa 1.500 mq dove può scorazzare e correre a perdifiato.
il cane è un meticcio con probabile incrcocio con uno Schnauzer (ed ha 9 mesi circa).

davide morbini ha detto...

Ciao scusami, io invece sarei interessato a sapere da cosa capisco che il mio cane mi identifichi come "capo branco", grazie in anticipo!

VeryGiovy Roberti ha detto...

Ciao ho un "problema" con il mio cucciolo
Sta con noi da 1 settimana
Lui è un jack russell di 1 mese e 25 giorni...
Dirai è piccolissimo...
Si è piccolo ma lui sa benissimo dove fare i bisogno cioè nella sua traversina...
Quando siamo in camera da letto
Ne ha una e quando siamo in cucina un'altra
Quasi sempre la fa nella traversina solo certe volte fa i bisogni dove capita nella stanza...
Oggi più che mai abbiamo capito che quando non la fa nella traversina lo fa per dispetto!!!
È stracoccolato ci giochiamo un sacco
Fa tutto quello che vuole nei limiti del giusto...ha 4 giochini e in più gioca a mordere e lo lasciamo fare per via dei dentini...
Tutto ci sta bene tranne i bisogni per dispetto
Appena gli dico di non entrare dove sto io cioè il cucinino lui prende e fa i bisogni a terra immediatamente
Appena suona il telefono che gli dà fastidio
Fa i bisogni a terra
Ce l'ho in braccio lo poso per sbrigare delle cose
Dopo 2 minuti bisogni a terra...
Come dobbiamo fare?
Se lo sgridiamo
Sì terrorizza ma il tempo di dimenticare l'accaduto e il giorno dopo lo fa ancora
È intelligente ed è molto legato a noi anche in così poco si è abituato a tutto come risolviamo?
Aiutaci grazie!