Insegnare al cane il comando GIRA



La lezione/gioco di oggi come avrete intuito dal titolo è come insegnare al cane il comando GIRA, ossia rotolare su se stesso. Anche questo come il BANG non è un comando fondamentale per l'addestramento del cane, ma serve per rafforzare il rapporto tra voi ed il vostro cane attraverso questi momenti educativi e di divertimento.

Il comando consiste nel far "rotolare" su stesso il cane e se già siete riusciti ad insegnargli il BANG siete a metà dell'opera! Proprio in merito a questo però c'è un consiglio importante, evitate di usare sempre il BANG come comando intermedio per arrivare al GIRA. Questo perché se gli farete sempre eseguire il GIRA dopo il BANG, potrebbe associarlo in automatico e di conseguenza eseguire direttamente entrambi anche se gli chiedete solo di fare il BANG.
Ho fatto un "GIRA" di parole, ma spero di aver reso l'idea :)

Anche per questo esercizio come per il BANG è bene associare, oltre al comando vocale, un gesto con la mano che possa aiutare il nostro cane a capire meglio cosa gli stiamo chiedendo. Io ad esempio faccio un movimento circolare con la mano per simulare quello che gli sto chiedendo di eseguire (1).
A questo punto direi che siamo pronti per iniziare, quindi mettiamo il cane sul TERRA e accovacciamoci di fronte a lui in modo da poterlo aiutare qualora non riuscisse ad eseguire da solo il comando (2).



Con la solita tecnica stringiamo nel pugno un biscotto e avviciniamolo al cane in modo che riesca ad annusarlo (3) e di conseguenza a seguirlo nel momento in cui lo sposteremo.
Adesso con la mano sinistra (quella che tiene il biscotto) spostiamoci lentamente verso l'esterno facendo dei movimenti circolari (4).



Il cane dovrebbe seguire con il muso la nostra mano sbilanciandosi da un lato, a questo punto con la mano destra aiutiamolo e facciamolo girare su se stesso (5) pronunciando il comando GIRA.
Non appena avrà effettuato la rotazione ripetiamo il comando e premiamolo.
Ripetiamo questo esercizio più volte fino a quando ci rendiamo conto che è in grado di eseguirlo da solo e non è più necessario che lo aiutiamo noi a ruotare con la mano destra.



Giunti a questo punto possiamo provare a farlo senza doverci accovacciare, ma semplicemente pronunciando il comando e facendo il gesto del GIRA con la mano (6).

8 commenti:

irish ha detto...

Guinness è bravissimo ... sono riuscita a fargli imparare anche Gira :-)

luby ha detto...

Ok giuro che ho provato... Niente da fare, come sente odor di biscotto fa tutto tranne che girare!!!! Stavolta la vedo dura....

fiugola ha detto...

ci vuole molta pazienza, il mio fa solo mezzo giro anche perche e' cicciotto e quindi non riesce ahahah

bianca ha detto...

niente da fare...non si gira neanche se l'aiuto io delicatamente con la mano...pazienza!!

jacopo muti ha detto...

bell'articolo a tale riguardo visitate thepassionfordog.blogspot.it

Laura Dalla Pria ha detto...

Ciao!
tanaliberatutti.eu è un sito nato a inizio 2014 con lo scopo di dare un aiuto concreto per i tantissimi animali in cerca di una famiglia che li accolga e li ami. Ci sono cuccioli, animali adulti e anche anziani che meritano una chance e che renderanno sicuramente speciale la vita delle persone che li adotteranno! Oltre a questo vogliamo promuovere tutti quegli eventi, raccolte fondi e manifestazioni a favore dei nostri amici organizzate dalle associazioni animaliste! E poi vorremmo uno scambio di idee, suggerimenti e opinioni per far sì che gli animali siano amati e rispettati. Dateci una zampa…ops una mano a far diventare questa comunità una grande famiglia!

Ulisse Di Bartolomei ha detto...

Questo testo non contiene un’apologia del cane! È una disquisizione essenziale sulla sua psicoreattività correlata all’istinto naturale e sui contegni del proprietario, potenziali induttori di emulazioni aggressive. Gli idealizzatori del cane, potrebbero non gradirlo, ma chi desidera evitare o
prevenire incidenti con il prossimo, dovrebbe leggere questo opuscolo. L’estratto aiuta a capire se fa per voi. La versatilità canina nel confarsi a giocattolo interattivo, lo ha emblemizzato come surrogato dei bisogni affettivi, trascurando un’ovvietà: è un carnivoro predatore che percepisce
gli altri come competitori! Il cane in famiglia, anzitutto in presenza di bambini, può ravvisarsi trascurato, deprimersi e assumere inaspettati atteggiamenti ritorsivi. Impariamo a conoscerlo senza false ipocrisie! Prendetevi qualche minuto per meditare l’approccio migliore alla gestione del vostro cane. http://books.google.it/books?id=JgduAwAAQBAJ&pg=PA3&lpg=PA3&dq=come+ci+ravvisa+il+nostro+cane+e+come+percepisce&source=bl&ots=FAbh0Fwy1v&sig=rU-RyZVIcetcA6bUjnc19mDjt_g&hl=it&sa=X&ei=gN5pVOjYNabTygPJ8YGADQ&ved=0CDoQ6AEwAw#v=onepage&q=come%20ci%20ravvisa%20il%20nostro%20cane%20e%20come%20percepisce&f=false

Gianluca Tinti ha detto...

Consiglio a tutti la migliore guida per addestrare il proprio cane, la trovate utilizzando il link qui sotto:
http://bit.ly/1Osy02I